Passaporto Vaccinale per Israele e Cipro

Reading Time: 1 minute read

Il passaporto vaccinale, se ne ritorna a parlare come una garanzia per coloro che devono viaggiare nei paesi colpiti dal virus. A tal proposito Israele ha raggiunto un accordo con la Grecia la scorsa settimana, mentre le nazioni del Mediterraneo cercano di rilanciare le industrie del turismo colpite dalla pandemia.

Il portavoce di Rivlin, Jonathan Cummings, ha confermato all’AFP che il “pass verde” si riferisce a un accordo in base al quale, alle persone vaccinate di entrambi i paesi, sarebbe consentito viaggiare reciprocamente con poche restrizioni. Quali sono queste poche restrizioni non è dato sapere.

Cipro e lo stato ebraico avrebbero “un piano d’azione ambizioso per la cooperazione tra i paesi”. Ovvero il passaporto vaccinale.

L’aggressiva campagna di vaccinazione israeliana ha visto 3,8 milioni di persone ricevere la prima delle due dosi richieste del vaccino Pfizer-BioNTech, mentre 2,4 milioni hanno ricevuto la seconda dose. Il 47% dei vaccinati ha riscontrato reazioni allergiche di vario tipo, dai dolori alle ossa lacinanti alla febbre a 40°, dalla fuoriuscita di sangue dal naso ai mal di testa piuttosto forti, bolle su tutto il corpo (simile al fuoco di san antonio) ed altro ancora.

Il paese israeliano conta nove milioni di persone e sta attualmente allentando le restrizioni dopo aver terminato il suo terzo blocco a livello nazionale, però punta a vaccinare chiunque abbia più di 16 anni entro la fine di marzo.

Israele ha registrato 723.038 casi di coronavirus, inclusi 5.368 decessi. L’aeroporto del paese rimane chiuso a tutti i viaggi non di emergenza.

Cipro ha iniziato ad allentare con cautela il blocco nazionale a seguito del calo della diffusione delle infezioni da Covid-19, che ha raggiunto il picco dopo Natale .

Cipro è stata chiusa il 10 gennaio 2021 per la seconda volta, durante la pandemia, dopo che i casi giornalieri hanno raggiunto il record di 907 il 29 dicembre 2020.

Fonte : AFPnews.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.