PayPal consente effettuare pagamento con criptovaluta

Reading Time: 1 minute read

PayPal ha annunciato che sta offrendo ai clienti la possibilità di “effettuare il checkout con criptovaluta” presso i suoi 29 milioni di commercianti per gli acquisti quotidiani. Il servizio, che attualmente è disponibile solo per i consumatori negli Stati Uniti, consentirà il pagamento di beni con criptovalute popolari come Bitcoin, Ethereum e Litecoin al momento del check-out.

L’annuncio arriva dopo che il fornitore di servizi di pagamento ha dichiarato che consentirà l’acquisto, la vendita e la detenzione di criptovalute nei portafogli PayPal degli utenti nell’ottobre dello scorso anno.

Di solito PayPal addebita una commissione del due percento in aggiunta al prezzo consigliato quando si paga utilizzando valuta fiat negli Stati Uniti, tuttavia il fornitore di servizi di pagamento ha affermato che non saranno addebitate le commissioni di transazione al momento del check-out con criptovaluta.

Una volta completata la transazione, l’utente riceve normalmente un record digitale della vendita. La fiducia nelle criptovalute sta crescendo e l’annuncio segue l’esempio di Tesla di consentire l’acquisto di auto con Bitcoin il mese scorso.

PayPal spera che il lancio dei loro servizi di crittografia allevierà i timori che circondano l’uso della crittografia per commercianti e consumatori allo stesso modo, regolando i pagamenti in valuta fiat.

Fonti indicate nel testo

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.