PELLETTERIA MADE IN TOSCANA, LA NUOVA FABBRICA DI PRADA A VALVIGNA

Reading Time: 1 minute read

Valvigna (in provincia di Arezzo), paese sconosciuto alla maggior parte di coloro che abbiamo intervistato, ha però una fabbrica di un ben noto marchio di moda: Prada. L’inaugurazione fu tenuta l’8 giugno 2018, ma ne parliamo dal lato architettonico della struttura.

La nuova fabbrica Prada è un edificio sostenibile di 32mila metri quadrati, realizzato secondo le logiche della bio-edilizia.

A livello strutturale, questo edificio è composto da quattro sezioni distinte e separate, ognuna delle quali ospita, a sua volta, diverse sotto-sezioni.

L’edificio è stato ribattezzato dai dipendenti la “Fabbrica Giardino”.

La nuova fabbrica Prada è costata circa 70 milioni di euro e viene definita, da chi la conosce, un simbolo della Toscana capitale della pelletteria luxury.

Prada, ricordiamo, ha altri 6 stabilimenti produttivi di borse e altri accessori di pelletteria, sparsi fra le province di Firenze, Siena e Arezzo.

La Toscana è, quindi, la regione italiana dove Prada concentra la maggior parte della produzione di pelletteria, ricavando quasi il 60% del suo fatturato.

La Toscana all’estero è ben conosciuta, non solo per l’arte e la cultura, ma anche per la pelletteria, tant’é che è stata ribattezzata dai media statunitensi “Leather Valley”.

Oltre a Prada in Toscana investono altri marchi ben noti come ad esempio Cartier, Chloé, Dunhill, Serapian, Richemont, Fendi, Céline, ed ovviamente Gucci.

La pelletteria made in Toscana conta quasi 5000 aziende impegnate nel settore della moda, che nel complesso, forniscono lavoro a oltre 20mila dipendenti.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.