Persone più influenti nel lusso britannico

Reading Time: 3 minutes read

La seconda Walpole Power List annuale che nomina le 50 persone più influenti nel lusso britannico del 2020, è tenuta in associazione con Investec. Rilasciato per celebrare il giorno in cui si sarebbero svolti i diciannovesimi British Luxury Awards, The Power List celebra le persone ispiratrici all’interno dei marchi, membri di Walpole che, nonostante le enormi sfide per tutto il 2020, hanno continuato a guidare il settore lusso.

Cosa significa lusso in un momento di necessità?

Nel corso di questo anno straordinario, a questa domanda è stata data molte risposte poiché il lusso britannico ha risposto con coraggio, creatività e forza d’animo alle immense sfide della pandemia. A volte ci vuole una crisi per mostrarti di che pasta sei fatto, e la Walpole Power List del 2020 è qui per far luce su cinquanta individui che esemplificano il calibro eccezionale, di chi lavora nel lusso britannico. Ci sono tempi di prova in vista, ma con un tale talento per portarlo avanti, non c’è dubbio che il settore uscirà più forte e in forma che mai “. Lo ha dichiarato Helen Brocklebank, CEO Walpole

I vincitori della Power List sono stati premiati nelle seguenti nove categorie:

CUSTODI – Una nuova categoria per il 2020 che sostiene le persone hanno portato avanti gli obiettivi di sostenibilità del loro marchio, durante un anno particolarmente difficile, in particolare i pilastri del Walpole Sustainability; quindi guidare la transizione verso un’economia circolare; salvaguardare l’ambiente e le risorse naturali; guidare i fornitori verso pratiche sostenibili; sostenere condizioni di lavoro eque e rispettose.

EROI – Riorientata per il 2020, questa categoria celebra le persone che hanno raggiunto la loro comunità e hanno sostenuto i lavoratori in prima linea, il NHS o lo sforzo nazionale durante le prime fasi della pandemia.

GAME CHANGERS – Innovatori nel lusso britannico alla ricerca di qualcosa di nuovo: dove guidano, altri seguono.

GURUS – Individui con straordinaria esperienza nei rispettivi campi.

LEGGENDE – Figure di alto profilo che hanno guidato la loro attività in modo particolarmente solidale e stimolante durante la pandemia.

RISING STARS – The Ones to Watch.

STORYTELLERS – Le persone al centro del lusso che hanno creato comunicazioni stimolanti durante la crisi.

TASTE-MAKERS – Influencer con una grande rete a cui gli altri cercano consigli e ispirazione.

INNOVATORI – Coloro che hanno dimostrato una vera innovazione nel prodotto, nel servizio o nella gestione durante la pandemia.

The Power List ha rivelato:

Richard Carter, Direttore delle comunicazioni globali, Rolls-Royce Motor Cars

Rachel Vosper, fondatrice, Rachel Vosper

Shelley Tichborne, fondatrice e amministratore delegato, Mou London

Jason Heward, amministratore delegato, Leica

Conor O’Leary, amministratore delegato, Gleneagles

Mats Klingberg, fondatore, Trunk Clothiers

Dhavall Gandhi, Master Blender, The Lakes Distillery

Tom Marchant, proprietario e co-fondatore, Black Tomato

Simon Mitchell, cofondatore, Sybarite

Lucy Yeomans, fondatrice e co-CEO, DREST

Farrah Storr, redattore capo, ELLE UK

Mark Duguid, amministratore delegato, vettore

Simon Glendenning, amministratore delegato, Dugdale Bros. & Co.

Stuart Johnson, amministratore delegato, Brown’s

Anna Bartle, VP Corporate Affairs & Co-Lead Sustainability, The Estée Lauder Companies

Alexandra Currie, Senior Head of Strategy & Project Management, Farfetch

Margaret Sweeney, Direttore dello sviluppo aziendale, G. F Smith

Kristina Blahnik, CEO, Manolo Blahnik

Knut Wylde, direttore generale, The Berkeley

Jonathan Baker, amministratore delegato, Turnbull & Asser

Leanne Roberts-Hewitt, amministratore delegato e Kelly Yeomans, sviluppo aziendale, Wildabout

Balthazar Fabricius e Chris Downham, co-presidenti, Walpole Brands of Tomorrow

Simon Cotton, CEO, Johnstons of Elgin

LE LEGGENDE

Anthony Romano, CEO, Church’s

Demetra Pinsent, CEO, Charlotte Tilbury Beauty

Ewan Venters, CEO, Fortnum & Mason

Robert Whitfield, direttore regionale, Regno Unito e direttore generale, The Dorchester

Thierry Andretta, CEO, Mulberry

Simon Cundey, amministratore delegato, Henry Poole

Stephanie Foxley, Responsabile del marketing digitale, Garrard

Serena Riches, Senior Strategic Marketing Lead, The Royal Mint

Francesca Lindberg, PR Manager, The Hari

Charlotte Unsworth, Global Luxury PR Manager, William Grant & Sons

Amabile Guglielmino-Brady, Global Senior Brand Manager, Royal Salute / Pernod Ricard

Samantha Strawford, Brand Communications Director, Belmond

David Kendall, Direttore marketing e comunicazione, David Collins Studio

Stephen Rankin, Direttore di Prestige, Gordon & MacPhail

Zanny Gilchrist, consulente di marketing e PR freelance, Ettinger

Julia Record , Direttore globale delle comunicazioni e delle partnership, Dorchester Collection

Melissa Mullen, Vice President, General Manager UK & IR, Jo Malone London

Lucy Thornton, Responsabile del marketing, innovazione e sostenibilità, JING Tea

Bernie de le Cuona, fondatore e CEO, de le Cuona

Jocelyn Wilkinson, Direttore del programma di responsabilità, Burberry

Debra Patterson, responsabile della qualità, The Savoy

Rachel Waller, Global Vice President Marketing, Digital & Innovation, Burberry

Linda Plant, Direttore delle relazioni strategiche, Edwardian Group, Londra

Tracey Greaves, Direttore commerciale, Goodwood

Beatrice Descorps, Vicepresidente globale, Molton Brown

Cate Moore, Global Director of Advocacy, Marketing Communications & e Commerce, William Grant & Sons

Joost de Kruiff, direttore generale Club.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.