Peste suina africana: Russia e Bielorussia rafforzano controlli su derrate alimentari

Reading Time: 1 minute read

La Russia e la Bielorussia rafforzeranno il controllo sul confine comune dell’Unione economica eurasiatica con i paesi dell’UE a causa dello scoppio della peste suina africana nell’Europa orientale, si legge nel messaggio del Rosselkhoznadzor (Servizio federale russo per la vigilanza veterinaria e fitosanitaria).

Rosselkhoznadzor, insieme al Dipartimento di controllo veterinario e alimentare del Ministero dell’agricoltura e dell’alimentazione della Bielorussia, fornirà ulteriori misure di controllo. Particolare attenzione verrà data ai prodotti che vengono trasportati nel bagaglio a mano.

“Le misure sono adottate a seguito della diffusa peste suina africana negli Stati membri dell’Unione europea, in particolare in Polonia e negli Stati baltici”, ha spiegato il Rosselkhoznadzor.

Come ufficio Kaliningrad di Rosselkhoznadzor notato , ora i casi di peste suina africana sono stati registrati in dieci paesi dell’UE.

La Slovacchia è stato l’ultimo paese a denunciare l’epidemia. Inoltre, il virus era stato precedentemente registrato in Lituania, Lettonia, Estonia, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania e Belgio.

Il governo ucraino ha anche segnalato diversi casi di peste suina africana. In Polonia, sono stati segnalati otto nuovi focolai nelle fattorie, tra cui una fattoria con oltre 3.300 maiali.

Fonte
uawire.org

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.