Piccolo parco eolico indossabile raccoglie energia

Reading Time: 2 minutes read

I ricercatori dell’Accademia cinese delle scienze hanno sviluppato un nuovo tipo di generatore elettrico indossabile, che raccoglie l’energia dal vento mentre cammini. Il team afferma che è abbastanza economico ed efficiente da alimentare piccoli sensori e LED.

Sebbene funzioni con il vento, non è esattamente una turbina. Invece, questo generatore raccoglie energia attraverso un meccanismo simile a ciò che produce elettricità statica, ovvero l’ effetto triboelettrico .

Questo fenomeno si verifica quando un materiale si carica elettricamente dopo essere stato separato da un altro materiale.

In questo caso, il componente attivo sono due strisce di plastica in un tubo. Quando l’aria scorre attraverso il tubo, le strisce si agitano e battono insieme, catturando e immagazzinando energia.

Il team afferma che questo nanogeneratore funziona con venti delicati fino a 5,8 km / h e i test hanno dimostrato che può funzionare mentre è attaccato al braccio di una persona mentre si cammina. Detto questo, funziona meglio a velocità del vento comprese tra 8,9 e 17,9 mph (14,3 e 28,8 km / h), quindi forse sarebbe più adatto per l’uso su una bicicletta.

Il team afferma che il dispositivo ha un’efficienza di conversione da vento a energia del 3,23%. È più alto di altri dispositivi che raccolgono energia dal vento, ma è ben lontano dai raccoglitori di energia eolica più dedicati.

Ad esempio, sebbene non si tratti di un confronto tra mele e mele, una normale turbina eolica vecchia ha un’efficienza di circa il 50 percento.

Questo nuovo design potrebbe un giorno informare nuovi tipi di nanogeneratori indossabili per alimentare piccoli dispositivi elettronici.

Altri concetti includono tessuti che possono raccogliere energia dall’attrito e altri che attingono sia alla luce solare che al movimento e linguette metalliche che possono raccogliere energia dal piegare le dita .

In definitiva, il team prevede di provare a espandere la tecnologia per produrre ancora più potenza, possibilmente anche su scala di rete, anche se c’è ancora molto lavoro da fare prima di quella fase.

Tradotto dalla redazione – Fonte: Cell Press tramite Science Daily

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

PMComunicazione è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.