Pole Star collabora con CarbonChain per le emissioni delle navi

Reading Time: 1 minute read

Pole Star, una società di tecnologia marittima, ha collaborato con il fornitore di soluzioni di contabilizzazione del carbonio CarbonChain per integrare il suo strumento di calcolo delle emissioni per le navi nella piattaforma PurpleTRAC di Pole Star.

I clienti di Pole Star, attraverso il sistema PurpleTRAC, saranno in grado di monitorare e monitorare le navi per i livelli di emissioni di gas a effetto serra (GHG) e le possibili esposizioni di sanzioni in pochi secondi, secondo un comunicato di Pole Star.

Lanciato nel 2014, PurpleTRAC controlla le navi e le controlla automaticamente rispetto agli elenchi di sanzioni globali, consentendo alle istituzioni finanziarie e ad altri attori del commercio di gestire meglio la loro esposizione ai rischi di non conformità.

Il trasporto marittimo è responsabile di circa il 2,5% delle emissioni globali di gas serra, secondo un rapporto del 2014 dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO), un’agenzia delle Nazioni Unite responsabile della regolamentazione della navigazione.

Il volume delle emissioni di gas serra nel trasporto marittimo potrebbe aumentare in modo significativo se le misure di mitigazione non fossero messe in atto, aumentando tra il 50% e il 250% entro il 2050 in uno scenario di fascia media a seconda della crescita economica futura e degli sviluppi energetici.

Nel 2018, l’IMO ha stabilito l’ambizione di ridurre le emissioni di gas serra del settore marittimo di almeno il 50% entro il 2050 rispetto a una previsione del 2008. Mira inoltre a ridurre del 40% entro il 2030 l’intensità di carbonio della spedizione internazionale rispetto alla stessa linea di base.

L’importanza delle valutazioni delle navi è aggravata dal fatto che gli organismi del settore aggiungono ulteriori normative, gli investitori che aumentano le loro liste di esclusione e le istituzioni finanziarie che ora offrono incentivi che richiedono attenzione da parte di CFO e tesorieri, aggiunge.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.