Porsche Cayenne E-Hybrid del 2019 plug-in

Reading Time: 2 minutes read

La prima volta che Porsche produsse una Cayenne Hybrid fu nel 2011 e fu accolta con un tumulto quasi uguale a quando il marchio introdusse per la prima volta il SUV. Ora con il corso del marchio impostato su elettrico e con quest’ultima Cayenne E-Hybrid che abbiamo presentato in anteprima nella primavera del 2018, finalmente arrivando presto, la domanda potrebbe ora essere: “È abbastanza?”
Quello che ha fatto l’ibrido precedente, con numeri migliori
Incrementalmente, l’E-Hybrid controlla tutte le caselle. Rispetto al modello che sostituisce, va oltre solo con l’elettricità, ha molta più energia elettrica e di sistema e accelera più velocemente. Opportunamente, la nomenclatura di questo ultimo ibrido è “Cayenne”, piuttosto che “Cayenne S”, e il tempo ufficiale di 0-60 mph di E-Hybrid di 4,7 secondi supera il migliore tempo di 5,6 secondi della Cayenne standard e ora corrisponde alla Cayenne S e la sua durata di 4,7 secondi (con il pacchetto Sport Chrono opzionale e la modalità Sport +, inclusa in tutti gli ibridi elettrici).
Come per la precedente generazione di E-Hybrid, esiste una modesta gamma di plug-in completamente elettrici. L’E-Hybrid 2019 ottiene un pacco batteria molto più grande – 14,1 kwh, contro 10,8 kwh – che potrebbe percorrere quasi 20 miglia (i dati ufficiali non sono ancora stati rilasciati), rispetto alle 14 miglia ufficiali per la Cayenne S E-Hybrid 2018 . Nel nostro viaggio in Eugene, iniziando con una carica completa, abbiamo visto 19,9 miglia di guida rilassata in città e strade suburbane e autostrade fino a circa 65 mph.
E rilassato è davvero il modo in cui devi guidare se vuoi impedire alla benzina da 335 cavalli V-6 di dare il calcio d’inizio. Con la modalità E-Power attivata, la Cayenne E-Hybrid ti offre un distinto acceleratore aggiuntivo forse un terzo della corsa del pedale. Intorno alla città, che era abbastanza per decollare energicamente dai semafori e sentirsi vivace, ma oltre 45 o 50 miglia orarie ti limita a una guida più conservativa, sulla corsia di destra se vuoi rimanere completamente elettrico fino al potenziale 83 mph senza tubi di scarico emissioni.
E-Hybrid ha anche una modalità E-Launch che sostanzialmente ti tiene premuto il freno mentre l’acceleratore è in arresto. È un espediente, ma potrebbe essere un altro modo per far interessare i conducenti al lato elettrico.
Una volta che hai utilizzato tutta la tua carica, E-Hybrid ti porta in modalità Auto ibrida, che offre al motore un sacco di tempi di fermo durante la marcia o la decelerazione e stuzzica alcune operazioni completamente elettriche per accelerare o girare a bassa velocità. Funziona in una banda ristretta della capacità della batteria e, se avvii la tua auto da Hybrid Auto, puoi scegliere E-Hold (risparmia la carica per dopo) o E-Charge (imposta il motore come generatore ogni volta che non lo è necessario per la potenza totale del sistema).
Continua a leggere in questa fonte.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.