Programma nucleare segreto Arabia Saudita; preoccupazioni in India

Reading Time: 1 minute read

Le informazioni sulla costruzione di una fabbrica, da parte dell’Arabia Saudita , ha sollecitato “Kazem Gharibabadi”, ambasciatore dell’India e rappresentante permanente presso le organizzazioni internazionali, nel chiedere all’Agenzia internazionale per l’energia atomica sul programma nucleare del paese.

Gharibabadi , osservando che l’Arabia Saudita sta sviluppando e implementando un programma nucleare poco trasparente, ha detto: “Nonostante l’Arabia Saudita sia un membro”. E ha in atto un accordo bilaterale completo di salvaguardia con l’Agenzia, ma purtroppo rifiuta ancora di accettare le ispezioni di salvaguardia dell’Agenzia e, nonostante le ripetute richieste dell’Agenzia per diversi anni, non ha modificato i suoi obblighi per consentire all’Agenzia di ispezionare.

Il rappresentante permanente del paese presso l’Agenzia internazionale per l’energia ha dichiarato che l’Arabia Saudita non ha alcun reattore di ricerca attivo e potenza che voglia produrre.

Questo problema, insieme alle azioni segrete dei sauditi in campo nucleare e al divieto di entrare negli ispettori L’AIEA, così come le sue attività destabilizzanti nella regione, solleva preoccupazioni per un programma segreto di armi nucleari nel paese.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.