Quali sono le frequenze del Solfeggio della Antica scala?

Reading Time: 2 minutes read

Le frequenze del solfeggio costituiscono l’antica scala a 6 toni che si pensa fosse stata utilizzata nella musica sacra, inclusi i ben noti canti gregoriani. Si credeva che i canti e i loro toni speciali impartissero benedizioni spirituali, quando cantati in armonia. Ogni tono di Solfeggio è composto da una frequenza necessaria per bilanciare la tua energia e mantenere il tuo corpo, mente e spirito in perfetta armonia.

Le sei frequenze principali del Solfeggio sono:

396 Hz – Liberazione di colpa e paura

417 Hz – Annullare le situazioni e facilitare il cambiamento

528 Hz – Trasformazione e miracoli (riparazione del DNA)

639 Hz – Collegamento / relazioni

741 Hz – Espressione / Soluzioni

852 Hz – Ritorno all’ordine spirituale

Sono stati usati in oltre 150 canti gregoriani, ma da dove vengono questi toni?

Secondo il professor Willi Apel, l’origine dell’antica scala del Solfeggio può essere fatta risalire a un inno medievale a Giovanni Battista.

L’inno ha questa particolarità che i primi sei versi della musica cominciavano rispettivamente sulle prime sei note successive della scala, e quindi la prima sillaba di ogni verso veniva cantata ad una nota un grado più alta della prima sillaba del verso che precedeva esso. Poiché la musica aveva una risonanza matematica, le frequenze originali erano in grado di ispirare spiritualmente l’umanità ad essere più “divina”.

La scala originale del Solfeggio fu sviluppata da un monaco benedettino, Guido d’Arezzo (c. 991 d.C. – c.1050 d.C.). Era usato dai cantanti per imparare più facilmente canti e canzoni.

Oggi conosciamo la scala del Solfeggio come sette note ascendenti assegnate alle sillabe Do-Re-Mi-Fa-So-La-Ti.

La scala originale era di sei note ascendenti assegnate a Ut-Re-Mi-Fa-Sol-La.

Le sillabe per la scala sono state prese da un inno a San Giovanni Battista, Ut Queant Laxis , scritto da Paulus Diaconus.

A metà degli anni ’70 il dottor Joseph Puleo, medico ed erborista leader in America, trovò sei frequenze sonore elettromagnetiche che corrispondevano alle sillabe dell’inno a San Giovanni Battista.

Come sono state scoperte le frequenze? Secondo la documentazione fornita in ” Codici di guarigione per l’apocalisse biologica “, il Dr. Joseph Puleo è stato introdotto, attraverso una visione aperta, al metodo pitagorico di riduzione numerica. Usando questo metodo, scoprì lo schema di sei codici ripetuti nel Libro dei Numeri, Capitolo 7, versetti da 12 a 83.

Il metodo pitagorico è di riduzione, utilizzato per trasformare grandi numeri in cifre singole.

I valori di tutte le cifre del numero vengono sommati.

Quando dopo la prima addizione il numero contiene ancora più di una cifra, il processo viene ripetuto.

Ecco un esempio: 456 può essere ridotto a 4 + 5 + 6 = 15 , e successivamente ridotto a 1 + 5 = 6 . Quindi il numero 456 si riduce alla fine alla singola cifra 6 .

Il dottor Joseph Puleo ha trovato ripetizioni di un singolo argomento o argomento nel Libro dei Numeri.

Nel capitolo 7 , verso 12, ha trovato un riferimento al primo giorno, il secondo giorno è stato menzionato nel verso 18, il terzo giorno nel verso 24 e così via fino al riferimento finale nel verso 78 che parla del dodicesimo giorno.

La riduzione pitagorica di questi numeri di versi è:

Verso 12 = 1 + 2 = 3

Verso 18 = 1 + 8 = 9

Verso 24 = 2 + 4 = 6

Verso 30 = 3 + 0 = 3

Verso 36 = 3 + 6 = 9

Verso 42 = 4 + 2 = 6 … fino al versetto 78

Vedi la ripetizione di 396? Questa è la prima frequenza.

Ha trovato la frequenza successiva guardando il versetto 13, che parla di un’offerta. Sei versi sotto, che è il verso 19, viene ripetuta la stessa offerta o idea, sei versi sotto al verso 25 c’è un’altra ripetizione, ecc. Così, usando il metodo di riduzione pitagorico, scoprì di nuovo uno schema. Questo modello è 417 . È la seconda frequenza. Il resto delle frequenze sono state trovate utilizzando lo stesso metodo.

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.