Quotidiano egiziano online Mada Masr afferma che editore Shadi Zalat è stato arrestato

Reading Time: 1 minute read

Un comunicato stampa egiziano critico nei confronti del governo del presidente Abdel Fattah el-Sisi afferma che la polizia in borghese ha fatto irruzione nella sua sede al Cairo domenica.

Mada Masr, uno dei numerosi siti di notizie indipendenti in Egitto, ha riferito del raid in una domenica di tweet. Disse che nove ufficiali entrarono negli uffici e confiscarono telefoni e computer. Non era chiaro quante persone fossero all’interno dell’ufficio.

Gli ufficiali hanno anche raccolto le carte d’identità e “scritto i dati di tutti i presenti”, ma si sono rifiutati di rivelare la propria identità mentre hanno trattenuto il personale per tre ore e poi sono partiti con tre impiegati, ha detto il giornale online.

Mada Masr ha riferito che i tre – caporedattore Mohamed Hamama, caporedattore Lina Attalah e la giornalista Rana Mamdouh – sono stati successivamente rilasciati dalla stazione di polizia di Dokki, un quartiere della città di Giza, appena fuori dal Cairo.

Mada Masr, che pubblica rapporti critici sul governo e le agenzie di sicurezza, è uno dei centinaia di siti Web bloccati dal governo egiziano negli ultimi anni.

Fonte
Mada Masar

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

PMComunicazione è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.