Raccogliere fondi per combattere il bracconaggio in Africa

Reading Time: 1 minute read

Le organizzazioni internazionali stanno lavorando per supportare le autorità locali e offrire assistenza legale, per combattere i crimini legati alla fauna selvatica, e proteggere gli animali in natura.

Una di queste organizzazioni è Space for Giants e la sua ultima iniziativa unisce i mondi della conservazione internazionale, della moda e dei gioielli per raccogliere fondi e sensibilizzare sulla conservazione della fauna selvatica africana.

L’organizzazione benefica internazionale, in collaborazione con Net-a-Porter e Gemfields, sta dando il via alla sua campagna Walk for Giants, i cui proventi sosterranno gli sforzi per proteggere gli elefanti africani e il loro habitat naturale.

La campagna presenta più capsule collection: una di Gemfields, un fornitore di gemme colorate di provenienza responsabile, e altre 15 di Net-a-Porter che ha collaborato con marchi come Burberry, 3.1 Phillip Lim, Brunello Cucinelli e Chantecaille.

La capsule collection Walk for Giants di Gemfields utilizza esclusivamente smeraldi dello Zambia e rubini mozambicani dell’azienda incastonati in 44 pezzi da 12 brand partner tra cui Fabergé, Backes & Strauss, Bina Goenka, Fehmida Lakhany e Francis de Lara.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.