Rally di Monte Carlo 2021, ambientalisti contro: non ha posto nel “mondo post-crisi”

Reading Time: 1 minute read

“Il Rally di Monte Carlo è un evento anacronistico che deve essere fermato”, hanno scritto diverse associazioni nel sud-est della Francia in un comunicato stampa congiunto pubblicato il 12 gennaio. Il costo ambientale dell’evento è “eccessivo e insopportabile”, aggiunge il comunicato.

In un successivo comunicato stampa pubblicato giovedì (21 gennaio), il gruppo ha sottolineato ancora una volta le “sciocchezze ecologiche” del Rally di Monte Carlo.

Per gli ambientalisti, un evento del genere non ha posto nel cosiddetto “mondo post-crisi”, sia dal punto di vista ambientale che da quello della salute.

Il rally, che tradizionalmente inaugura il Campionato del mondo di rally (WRC) ogni anno a gennaio, è organizzato dal Club Automobile de Monaco, ma si svolge principalmente in Francia, intorno al Comune di Gap nelle Alte Alpi.

Questo evento, giunto alla sua 110esima edizione, è considerato “mitico” dai suoi sostenitori e fa appello ai suoi detrattori.

“Le condizioni in cui è stato creato questo rally nel XX secolo non sono più le stesse oggi”, ha detto a EURACTIV Hervé Gasdon, presidente della Società alpina per la protezione della natura – Francia Nature Environnement Hautes Alpes (SAPN-FNE 05) .

“In considerazione del cambiamento climatico, tenere questo evento invia un’immagine completamente fuori luogo”, ha aggiunto.

Più in generale, l’intera scena del motorsport solleva interrogativi. L’impatto ambientale negativo delle corse automobilistiche, sia in Formula 1 che nei rally, è stato oggetto di forti critiche per molti anni.

Mentre il consumo di carburante molto elevato delle auto da corsa di F1 è stimato a 45 litri per 100 chilometri, il consumo di carburante delle auto da rally è superiore a 50 litri per 100 chilometri, secondo SAPN-FNE 05. A titolo di confronto, le auto private in Francia consumano una media di 6,3 litri per 100 chilometri nel 2018.

Fonte

Foto copertina di stevemckelvie.wordpress.com

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.