Ridersbike.net, il magazine nella piattaforma PMComunicazione

Reading Time: 1 minute read

Il magazine ridersbike.net è inserito nella piattaforma media pmcomunicazione.com che riunisce molte altre testate giornalistiche, create dal 1994. Il progetto editoriale ridersbike.net, nato nel 2003 da una intuizione di due amici e partner fra di loro, si è evoluto nel tempo sino al 2018 quando venne chiuso il dominio per confluire le migliaia di contenuti nella piattaforma PMC. 

L’agenzia di stampa emmegipress, editore di questo contenitore di informazione, continuerà a produrre notizie anche mediante l’utilizzo di altri canali, come i social, le newsletter, i dispacci telematici, la vendita dei contenuti a terzi ed altro ancora.

Per quanto concerne i servizi di comunicazione, marketing, pubblicità, inerente al settore, informiamo le rispettive aziende che verrà utilizzata la piattaforma PMC ed altri mezzi idonei a condividere/diffondere contenuti.

Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito nel sviluppare questo contenitore d’informazione, diventando uno fra i più seguiti per l’accortezza dei suoi contenuti, e ci auguriamo continueranno a farlo seguendo il PMComunicazione.com.

L’Editore

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.