Riscaldamento globale, il ghiaccio si sta ritirando o spaccando

Reading Time: 2 minutes read

Il ghiaccio terrestre si sta sciogliendo più velocemente oggi che a metà degli anni ’90, suggerisce una nuova ricerca, poiché la crisi climatica spinge le temperature globali sempre più in alto.

Negli ultimi 30 anni, lo scioglimento del ghiaccio terrestre è aumentato del 57%, da una perdita annuale di quasi 800 miliardi di tonnellate di ghiaccio a metà degli anni ’90 a circa 1.2 trilioni di tonnellate all’anno, secondo un nuovo studio pubblicato oggi. nella rivista The Cryosphere.

I ricercatori stimano che negli ultimi 30 anni circa 28 trilioni di tonnellate di ghiaccio si siano sciolte dal ghiaccio marino, dalle calotte glaciali e dai ghiacciai del mondo.

La perdita di ghiaccio è relativamente chiara per quelle persone che dipendono dai ghiacciai di montagna per l’acqua potabile o dal ghiaccio marino attivo per proteggere le case costiere dalle tempeste, ma lo scioglimento del ghiaccio del mondo in luoghi remoti ha attirato l’attenzione dei ricercatori.

Gli autori ritengono che lo studio possa essere il primo rapporto veramente completo che prende in considerazione sia le calotte glaciali della Groenlandia che quelle antartiche, il ghiaccio marino artico e antartico e i ghiacciai di montagna in tutto il mondo.

Gli scienziati britannici hanno utilizzato una serie di risorse per giungere alle loro conclusioni, comprese le misurazioni satellitari dal 1994 al 2017, la modellazione al computer e le misurazioni al suolo e le osservazioni in loco.

I risultati mostrano che il ghiaccio sta scomparendo costantemente in gran parte del mondo e la maggior parte delle perdite è causata dal cambiamento climatico.

La terra ha oltre 215mila ghiacciai in tutto il mondo, secondo un rapporto del 2017 del Randolph Glacier Inventory.

Il loro ritiro ha rappresentato il 21% dell’innalzamento globale del livello del mare tra il 1993 e il 2017, scrivono gli autori.

Il ghiaccio marino copre tipicamente le regioni polari, sebbene il suo spessore e la sua estensione variano stagionalmente. Tuttavia, la perdita di ghiaccio marino a causa dei cambiamenti a lungo termine del clima terrestre è stata segnalata in uno studio lo scorso settembre da scienziati dell’Università dell’Alaska, Fairbanks.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.