Russia concede cittadinanza ai bambini nati da maternità surrogata

Reading Time: 1 minute read

I bambini nati da madri surrogate per stranieri o apolidi in Russia riceveranno la cittadinanza russa per nascita, legge il progetto di legge che vieta la maternità surrogata per gli stranieri in Russia, che è stato presentato alla camera bassa del parlamento da un gruppo di legislatori guidato venerdì dal vicepresidente Pyotr Tolstoy.

Uno degli autori dell’iniziativa, il legislatore Vasily Piskarev, ha detto ai giornalisti che i bambini nati o ancora trasportati da madri surrogate il giorno in cui la legge entrerà in vigore riceveranno la cittadinanza russa.

Secondo lui, i membri del parlamento si rendono conto che alcuni contratti di maternità surrogata saranno ancora attivi quando la legge sarà adottata e, pertanto, questi bambini saranno protetti legalmente dallo stato.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.