Sophia Loren – Original Italian Food open in Florence

Reading Time: 3 minutes read

Il concept italiano ha aperto a Firenze alla fine di aprile 2021. Il ristorante è stato creato da Luciano Cimmino. La partnership siglata con l’attrice italiana prevede un piano di sviluppo in Italia e all’estero, oltre a un contratto di licenza per una catena di ristoranti in tutto il mondo.

Il ristorante è dedicato all’attrice napoletana, scelta come musa ispiratrice del progetto proprio per la sua veridicità, spiega l’azienda. Le prossime tappe saranno Napoli e Milano , ma poi Dubai e Miami , Hong Kong e Shangai .

Luciano Cimmino è un imprenditore italiano a capo del Gruppo Pianoforte Holding, che comprende i marchi tessili Yamamay e Carpisa. Presiede anche Dream Food.

Il ristorante è stato progettato dallo Studio Redaelli & Associati in collaborazione con il Gruppo Costa.

Più di 1.500 mq e si sviluppa su tre piani, di cui due adibiti a ristoranti ed uno a cucina, ripostiglio e zona di servizio. Ci saranno 270 posti a sedere nel ristorante, caffetteria, panetteria e cocktail/wine bar.

Luciano Cimmino, Presidente di Dream Food e Pianoforte Holding, racconta:

Nel 2014 abbiamo avviato un sogno ambizioso e innovativo che ora siamo riusciti a realizzare, nonostante le recenti difficoltà: questo progetto nasce dalla voglia di intraprendere una nuova attività sfida con l’ambizione di offrire un’esperienza unica e tutta italiana nel settore F&B “. E prosegue spiegando il sodalizio con l’attrice: “Sempre affascinati dalla sua mediterraneità, dal suo fascino che trascende ogni confine geografico e generazionale, abbiamo scelto Sophia come musa ispiratrice del progetto perché abbiamo pensato che fosse perfetta per trasmettere la connotazione fortemente italiana che avevamo immaginato per questo progetto“.

Sophia Loren, “Quando mi è stato proposto di partecipare a questo progetto, non ho avuto dubbi perché questo ristorante incarna alcune delle cose che amo di più : la cucina italiana, i momenti condivisi ad essa associati, e anche alcuni dei miei personaggi sono legati in qualche modo al cibo .

Note sulla proprietà, ovvero chi c’è dietro a questo progetto ?

1. Luciano Cimmino (Napoli, 23 giugno 1944) è un imprenditore e politico italiano. Presidente della Pianoforte Holding, società controllante imprese che operano nel settore dell’abbigliamento a cui fanno capo i marchi Carpisa, Yamamay e Jaked. È stato membro della Camera dei Deputati dal 2013 al 2015, eletto con Scelta Civica. [Wikipedia]

2. Pianoforte Holding, gruppo globale nato dall’unione di Yamamay (Inticom Spa) e Carpisa (Kuvera Spa), adesso anche da Intesa Sanpaolo, capofila di un pool di banche composto da UniCredit, Banco Bpm, Monte dei Paschi di Siena, Bnl e Bper Banca.

3. La Pianoforte Holding ha da recente ricevuto un plafon di 55 milioni di euro, garantito in tempi brevi da Sace tramite Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle imprese italiane colpite dall’emergenza Covid-19.

4. La Pianoforte Holding ha oltre 1.200 negozi in Italia e all’estero; promuove lo stile e la qualità italiana nel mondo.

5. La fondazione della holding è delle famiglie Carlino e Cimmino, presenti nella distribuzione retail. Il Gruppo impiega più di 2mila dipendenti in Italia.

6. La nuova avventura nella ristorazione è la Dream Food srl, società controllata dalle famiglie Cimmino e Carlino, titolari del gruppo Pianoforte Holding, cui fanno capo i marchi dell’intimo Yamamay (Inticom spa), delle borse Carpisa (Kuvera spa) e dei costumi per nuotatori professionisti Jaked srl.

7. Luciano Cimmino partecipa al capitale di Dream Food sia direttamente (8%) sia indirettamente con Restart 1 srl (32,5%), mentre la famiglia Carlino controlla il 28% con la sua Lema Holding, lo stesso veicolo titolare della quota in Pianoforte Holding. Completano la compagine sociale Sergio Ubaldo, imprenditore napoletano al fianco delle due famiglie; il ceo di Pianoforte Holding, Carlo Palmieri, attraverso la sua Plus Holding; l’architetto Ivo Maria Redaelli, che ha allestito il primo locale; l’imprenditore Nicola Giglio con attività nel settore degli orologi; e la società finanziaria di un professionista della City milanese.

8. Pianoforte Holding, controllata dalle famiglie Cimmino e Carlino, rispettivamente con Spartito srl (al 43,87%) e Lema Holding srl (al 37,73%) e partecipata al 10,1% da Melville srl, veicolo che a sua volta fa capo per il 72,49% a NB Renaissance Parters e per il 27,39% a Intesa Sanpaolo (attraverso la lussemburghese Private Equity International sa). Mentre il resto del capitale fa capo a Carlo Palmieri e Sergio Ubaldo.

9. Intesa Sanpaolo ha una quota del 27,39% in Melville attraverso la lussemburghese Private Equity International sa.

Elisabetta Colombini (Coordinatrice notizie / eventi Firenze). Si ringrazia inoltre BeBeez, FinacialTrade, EquityLux, Berman Nurbring :.:

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.