Sri Lanka chiude frontiere ai passeggeri internazionali

Reading Time: 1 minute read

Lo Sri Lanka ha chiuso i suoi aeroporti e le frontiere per tutti i passeggeri internazionali in entrata per 10 giorni dal 21 maggio, secondo l’autorità per l’aviazione civile del paese. La decisione è stata annunciata dopo che la nazione insulare ha riportato un massimo record in un giorno di 3.051 casi di COVID-19.

Il vettore principale del paese, Sri Lankan Airlines, ha pubblicato un avviso sul suo sito web dicendo: Tutti i vettori online e offline in tutti gli aeroporti internazionali dello Sri Lanka non consentiranno lo sbarco di passeggeri in Sri Lanka con effetto fino alle 23:59 del 31 maggio, con un al fine di controllare la situazione COVID-19 nel paese.

Partenze di aeromobili con passeggeri, deviazioni di emergenza di aeromobili, operazioni cargo e voli umanitari, atterraggi tecnici, voli inbound (senza passeggeri) e passeggeri in transito per meno di 12 ore con biglietto confermato destinato a una destinazione di proseguimento.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

PMComunicazione è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.