Sri Lanka vieta le importazioni di olio di palma

Reading Time: 1 minute read

Il presidente Gotabaya Rajapaksa ha ordinato di sospendere con effetto immediato l’importazione di olio di palma nello Sri Lanka, ha detto in una nota la President Media Division (PMD).

Più di sei mesi fa, il presidente ha ordinato di vietare gradualmente la coltivazione della palma da olio nello Sri Lanka.

“ Inoltre, le società e le entità che hanno effettuato tali coltivazioni saranno tenute a rimuoverle gradualmente con lo sradicamento del 10% alla volta e sostituendolo con la coltivazione di gomma o colture rispettose dell’ambiente ogni anno per liberare lo Sri Lanka dalle piantagioni di palma da olio e dal consumo di olio di palma “, afferma il comunicato.

Il direttore generale delle dogane è stato consigliato di astenersi dallo sdoganare i carichi di olio di palma presso il dipartimento delle dogane.

Alcuni ambientalisti sostengono che l’allevamento di palme da olio è estremamente dannoso per il pianeta. Alcune persone dicono che l’olio di palma è il miglior tipo di olio vegetale da produrre.

La dottoressa Emma Keller del World Wide Fund for Nature (WWF) – un ente di beneficenza che lavora per proteggere il pianeta – ha detto a Newsround: “L’olio di palma è in quasi la metà dei prodotti che compriamo nei supermercati – in tutto, da shampoo e saponi, a pizze e biscotti. È ovunque “.

Fonti nel testo

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.