Stati Uniti contro Huawei, La prima guerra tecnologica ?

Reading Time: 1 minute read

Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha oggi accusato gli Stati Uniti di voler contenere Russia e Cina, nel caso del suo paese con sanzioni, e nell’altro, attraverso l’ascesa di tariffe sui propri beni e società tecnologiche come Huawei. “A cosa serve? Per contenere lo sviluppo della Cina, che è diventata una concorrente di un’altra potenza globale, gli Stati Uniti, e la stessa cosa sta accadendo in relazione alla Russia, e continuerà”, ha detto il capo del Cremlino. nella sua Línea Directa annuale con i cittadini che commentano il veto statunitense su Huawei in Cina.

A metà maggio, gli Stati Uniti includevano Huawei in una lista nera per essere sospettati di spionaggio e gli proibivano di vendere attrezzature tecnologiche e collaborare con aziende e istituzioni del paese.

Di conseguenza, aziende come Google hanno annunciato di aver smesso di fornire servizi tecnologici alla società cinese, una situazione che ha sconvolto milioni di utenti di telefonia mobile di fronte all’incertezza sui futuri aggiornamenti del sistema operativo Android (di proprietà di Google).

Putin ha sottolineato che la Cina ora soffre delle restrizioni economiche degli Stati Uniti che la Russia già soffre dopo l’annessione della penisola ucraina della Crimea nel 2014.

Questo giugno, parlando all’International Economic Forum di San Pietroburgo, il leader russo ha descritto il veto degli Stati Uniti contro Huawei come “la prima guerra tecnologica dell’era digitale”.

La società cinese Huawei era stata precedentemente costretta a ridurre di 30.000 milioni di dollari (26.794 milioni di euro) le sue prospettive di vendita per quest’anno e il prossimo a causa del divieto di operare negli Stati Uniti.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.