Stati Uniti, In previsione nuova flotta rompighiaccio artica

Reading Time: 1 minute read

Una flotta di sicurezza di navi rompighiaccio è il riconoscimento, da parte di Washington, della crescente importanza geopolitica delle regioni artiche e antartiche, nonché la volontà di opporsi a Cina e Russia.

Il promemoria arriva in un momento in cui gli Stati Uniti hanno capacità strategiche minime nelle regioni polari: non c’è un solo porto statunitense nell’Artico in grado di ospitare navi rompighiaccio.

Questa lacuna è risolta dalla nota, che ordina una ricerca di almeno due posizioni portuali “ottimali” negli Stati Uniti e due posizioni portuali internazionali.

Le autorità militari affermano che la necessità di rafforzare le operazioni statunitensi, nelle regioni polari, è immediata.

Gli Stati Uniti possiedono attualmente un solo rompighiaccio di classe pesante, il 46enne USCGC Polar Star, che è in funzione da più di 10 anni oltre la data di disattivazione prevista.

Un rapporto del 2012 della US Energy Information Administration ha rilevato che il 13% delle riserve mondiali di petrolio si trova nell’Artico, insieme a un massimo del 30% delle risorse di gas naturale convenzionale non ancora scoperte.

Il divario tra l’America ei suoi concorrenti nelle operazioni nell’Artico e nella proiezione del potere è sostanziale.

La Russia ha una flotta di sei rompighiaccio di classe pesante e si impegna a raddoppiare quel numero nel prossimo decennio.

Nel frattempo, Pechino ha annunciato l’intenzione di costruire la propria nave rompighiaccio alla fine dell’anno scorso. Anche le due nazioni hanno cooperato sempre più nella regione.

Fonti varie

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.