Super yacht futuristico alimentato a idrogeno

Reading Time: 1 minute read

Il super yacht ha un rivoluzionario sistema di propulsione, che non ha parti mobili, quindi si sposta silenziosamente e senza inquinanti con una velocità media di 12 nodi e un massimo di 17, coprendo, secondo quanto dichiarato dal costruttore, 2.750 miglia nautiche. A differenza dei convenzionali motori a combustione interna, le celle a combustibile passeranno attraverso un processo chimico di conversione del combustibile ricco di idrogeno in elettricità.

Gli elettroni verranno rimossi dagli atomi di idrogeno e alimentati a un filo per generare elettricità, e gli unici “inquinanti” che verranno eliminati saranno l’acqua pura che cade nel mare.

L’idrogeno verrà immagazzinato a -253 gradi Celsius in due serbatoi speciali da 28 tonnellate, mentre i motori dei super yacht produrranno 4,0 MW, sufficienti per alimentare circa 600 famiglie.

Le camere e le strutture saranno sparse su cinque ponti comunicanti con una scala a chiocciola centrale. Il super yacht sarà caratterizzato da un’imponente sala da pranzo e ampie terrazze, nonché un centro benessere, una palestra e un cinema.

Soltanto 14 ospiti e 30 membri saranno il totale dell’equipaggio, per ogni viaggio. Praticamente uno spreco sul mare.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.