Supercibi che migliorano il funzionamento del nostro cervello

Reading Time: 3 minutes read

Siamo ciò che mangiamo. L’alimentazione è fondamentale per una buona salute e devi prendere seriamente la dieta a causa del potere che deve condizionare il funzionamento del tuo corpo e del tuo cervello.

Il nostro corpo richiede diversi nutrienti per funzionare correttamente, quindi è importante conoscere le proprietà di vari alimenti e dei cosiddetti “supercibi”.Il cervello è una delle parti più importanti della nostra anatomia: è il “centro” da cui gli ordini vengono inviati al resto del corpo.

Dobbiamo assicurarci che il nostro cibo sia sanoprenderci cura del nostro cervello attraverso di esso.In questo articolo presenteremo alcuni dei nutrienti e degli alimenti necessari al nostro cervello per funzionare correttamente. Sia il deficit di alcuni di questi nutrienti che il consumo eccessivo possono avere ripercussioni negative.

Componenti importanti nei superalimenti

Vitamine del complesso B
Le diverse vitamine del complesso complesso B contribuiscono alla produzione di energia, alla crescita e alla divisione cellulare.

Sono anche parte del processo di produzione di ormoni, enzimi e proteine. Allo stesso modo, sono importanti per il mantenimento del sistema nervoso e del sistema immunitario. La vitamina B1 (tiamina) induce il corpo a trasformare il cibo in energia in modo che il cervello assorba il glucosio.

La carenza di tiamina può causare depressione, stanchezza, deficit di attenzione, problemi di memoria o agilità mentale.

Alcuni alimenti tiamina sono:

maiale Ham
Pesce Pollo
di fegato di vitello uova
(tuorlo) uvetta
piselli semi di lino
Pomodoro patate
vitamina B3 (Niacina) ha funzioni insieme a B2 e B1
. Nutre il cervello, migliora l’ansia e previene l’insonnia. Gli alimenti che contengono questa vitamina sono: Latte e prodotti lattiero-caseari
semi Blue Fish

Peanuts zucca di lenticchie
Gli antiossidanti possono impedire o ritardare taluni danni alle cellule e
sono anche coinvolti nel processo di invecchiamento.

L’ossigeno è molto importante, ma l’esposizione a questo causa l’ossidazione e le sostanze chimiche del corpo cambiano, producendo radicali liberi.

I radicali liberi contribuiscono all’invecchiamento e all’insorgenza di malattie come il cancro, il diabete o problemi cardiaci.

Gli antiossidanti possono combattere contro l’effetto dei radicali liberi sul nostro corpo. All’interno del gruppo di alimenti antiossidanti, è:Vitamina A: latte, fegato, burro, uova

Vitamina E: nocciole, cavoli, spinacicarotene: carote, albicocche, pesche, broccoli

Vitamina C: papaya, fragola e arancia
luteina: spinaci, bietole licopene
anguria Selenio: mais, frumento, riso

Lo stress ossidativo contribuisce anche alla neuro-degenerazione e quindi l’emergere di demenza di Alzheimer. Anche se non è l’unica causa della comparsa della malattia, una dieta ricca di antiossidanti è una buona strategia di prevenzione, insieme con l’abitudine di esercizio fisico e mantenere la mente attiva.

Il triptofano è un aminoacido essenziale per sintetizzare il neurotrasmettitore serotonina,che è legato alle emozioni, la depressione, il controllo della temperatura, la fame e il sonno.

La serotonina regola anche la secrezione di melatonina, che è correlata al sonno e al funzionamento del sistema immunitario.

La carenza di triptofano può avere impatti diversi sul nostro corpo, come un sistema immunitario vulnerabile, stress, ansia o depressione.

Ci sono diversi momenti in cui sarebbe opportuno aumentare l’assunzione di questo nutriente.Come nei periodi in cui soffriamo di insonnia, periodi di forte stress, stanchezza fisica o mentale.

triptofano si trova nei seguenti alimenti:
formaggio Pesce latte
I semi di zucca
soia
Tofu
Perù
fenilalanina

Si tratta di un amminoacido che ha la funzione di bloccare alcuni enzimi, come le encefaline, che sono responsabili di degrada le encefaline e le endorfine naturali. Questi sono analgesici endogeni, quindi questo nutriente agisce come una sorta di antidolorifico naturale. Promuove anche la memoria e l’apprendimento.

Questo amminoacido aiuta nella formazione di alcuni ormoni neuronali che ammorbidiscono i sintomi di alcune malattie neurologiche. C’è una malattia congenita in cui una persona manca l’enzima che metabolizza la fenilalanina, che provoca l’accumulo nel corpo. In questo caso, è tossico per il sistema nervoso centrale e causa danni al cervello.

Gli alimenti ricchi di questa sostanza sono:
Salmone
Lenticchie Mandorle

Attualmente la maggior parte delle persone ha poco tempo per mangiare e cucinare. Ciò rende
la decisione su ciò che acquistiamo e mangiamo è dettata da impulsi, piuttosto che da una pianificazione ponderata.

Questo è senza dubbio il modo migliore per dare il nostro corpo le cosiddette “calorie vuote”, di cui il nostro corpo è sempre pronto.

Abbiamo solo un corpo e la tua salute ha un impatto diretto sulle nostre prestazioni. Quindi quale investimento migliore che prendere il tempo per occuparsene?

Fonte
baiug.org

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.