Test Bike,Turbo Levo 2021

Reading Time: 3 minutes read

La novità per il 2021 è la S-Works Turbo Levo, la più potente e-bike del marchio. Ovviamente è tutt’altro che conveniente, ma rappresenta anche il meglio in assoluto nella tecnologia per e-bike fuoristrada ed una costruzione che corrisponde alle specifiche dei componenti di fantasia di qualsiasi mountain bike.

La proliferazione di e-bike negli ultimi anni è stata tale che i marchi non le considerano più complementari al loro core business di mountain bike. Con il vantaggio della sua struttura di ricerca e sviluppo per e-bike a Cham, in Svizzera, un prodotto come il Turbo Levo di terza generazione dispone di risorse ingegneristiche significative.

Il Turbo Levo esegue una configurazione mullet con una ruota da 29 pollici nella parte anteriore, per aiutarla a rotolare meglio, e una ruota posteriore più piccola da 27,5 pollici per incorporare foderi più corti, dandogli una maneggevolezza agile.

La geometria è stata revisionata ed è ora regolabile tramite la serie sterzo e un flip-chip nel collegamento del fodero orizzontale. Puoi eseguirlo con un angolo di sterzo compreso tra 65,5 gradi su pendenze più piatte e 63 gradi quando scendi su terreni molto ripidi.

L’altezza del movimento centrale della bici può anche essere abbassata fino a 7 mm, grazie al flip-chip del fodero orizzontale, creando una e-bike che ha una manovrabilità incredibilmente reattiva nelle curve strette.

Nel Turbo Levo 2021 il motore a trazione centrale ottiene una migliore protezione dall’acqua, firmware migliorato e software aggiornato, che si combinano per fornire un’erogazione di potenza più fluida. Accoppiato con il sistema motore Turbo Levo di Specialized è uno schermo LCD (display TCU) integrato nel tubo orizzontale della e-bike. Mostra il consumo della batteria (in percentuale), la modalità corrente e un carico di altre funzioni, se integrato con l’app Mission Control.

Le specifiche delle sospensioni del Turbo Levo sono state aggiornate per affrontare i colpi più grandi, con questa e-bike in grado di scendere con sicurezza anche i percorsi in discesa più tecnici.

All’anteriore c’è la nuova forcella Fox 38, con 160 mm di escursione della sospensione, trainata da un ammortizzatore Fox X2 da 150 mm, al posteriore.

La Turbo Levo è molto più pesante di una mountain bike convenzionale, ma si guida con un’agilità sorprendente. Pesa 22 kg, ma va come una bici molto più leggera, probabilmente a causa delle ruote in fibra di carbonio Roval e la maggior parte della massa aggiuntiva dell’e-bike centrata attorno al movimento centrale del Turbo Levo lo sono.

Il Turbo Levo ha un’incredibile stabilità laterale, ma è molto più manovrabile di quanto ci si aspetterebbe da una e-bike.

Il reggisella telescopico wireless ti aiuta sicuramente a dare una leva extra per influenzare i cambi di direzione, mentre il pneumatico Butcher largo 2,6 pollici nella parte anteriore, offre un’enorme sicurezza in curva in curva, specialmente su curve allentate, fuori camber e tornanti.

L’enorme forcella Fox da 38 mm assorbe facilmente i grandi colpi, permettendoti di spingere sempre più forte ogni volta che percorri un terreno tecnico.

Il prezzo di acquisto del Turbo Levo è aumentato rispetto al suo predecessore, ma la bici è notevolmente migliorata e più connessa rispetto a prima. Non esiste una vera proposta di valore con una mountain bike, ma il Turbo Levo è costruito con la tecnologia e i componenti più impressionanti disponibili, tra cui una trasmissione wireless AXS, le migliori sospensioni Fox e tutto il carbonio.

Se non sei un mountain biker in forma, allora la Turbo Levo di Specialized sarebbe una fantastica bici, che ti consentirà di uscire e fare sessioni sui sentieri, migliorando le tue capacità tecniche e prevenendo l’affaticamento nelle salite.

Per quegli appassionati di mountain bike che hanno lesioni ereditarie o potrebbero sentire la realtà dell’età, ma desiderano comunque godersi la ricompensa della guida in discesa, il Turbo Levo è perfetto.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.