UBS chiede a HSBC Banker di avviare il Qatar Hub

Reading Time: 1 minute read

Il boss di UBS Ralph Hamers ha firmato un accordo con il governo del Qatar poco dopo aver assunto l’incarico di vertice a novembre, ora la banca svizzera è pronta per andare a Doha, dove vuole assumere fino a 20 persone entro fine anno, secondo « Bloomberg » (dietro paywall).

A tal fine, UBS, con sede a Zurigo, sta rubando Tarek Eido da HSBC, dove è stato di recente responsabile del mercato del Qatar per la gestione patrimoniale. Eido riporterà ad Ali Janoudi, che supervisiona la banca privata in Medio Oriente e Africa.

Inoltre, UBS prevede di offrire servizi di investment banking e asset management da Doha. Finora UBS ha uffici in Arabia Saudita, Bahrein, Dubai e Emirati Arabi Uniti, ma non è stata attiva in Qatar.

Il Qatar è stato a lungo l’hub del Medio Oriente per il rivale di UBS, Credit Suisse, che mantiene legami profondi sia con l’emirato che con la famiglia al-Thani al potere. Il fondo sovrano del Qatar è tra i maggiori investitori nella banca svizzera.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.