Uccisi due giornalisti a Port-au-Prince

Reading Time: 1 minute read

I membri della banda hanno ucciso due giornalisti a gennaio. 6 subito dopo che i giornalisti hanno terminato di riferire sulla violenza in atto a Laboule 12, Port-au-Prince, secondo TV5 Monde.

John Wesley Amady è stato ucciso e poi bruciato vivo Radio Ecoute FM, Il datore di lavoro di Amady, ha scritto in a dichiarazione. Anche Wilguens Louissaint, che lavorava per un altro punto vendita, è stato ucciso. Wilmann Vil, un altro giornalista, è riuscito a scappare. Il trio è stato attaccato da membri della banda di Toto, secondo. Rezo Nodwes, Creolo per Northwest Network.

“Condanniamo con il massimo rigore questo atto criminale e barbaro”, ha dichiarato Francky Attis, direttore generale di Radio Ecoute FM, nella dichiarazione. “È stata una grave violazione contro il diritto alla vita e per i giornalisti, in particolare, una grave violazione dei loro diritti di esercitare liberamente la loro professione nel paese.”

Radio Ecoute FM, francese per Listen Radio FM, ha sede a Montreal, in Canada.

Non è chiaro perché la banda abbia attaccato i due giornalisti. La violenza in corso a Laboule 12 ha esacerbato la scorsa estate, con i membri della banda che si impegnano regolarmente in sparatorie per ottenere il controllo dei territori.

“Durante questa crisi di insicurezza, attività criminali e crescente impunità, chiediamo alle autorità interessate di assumersi la responsabilità e creare condizioni di sicurezza favorevoli per tutti”, ha affermato Attis. “Giustizia per John Wesley Amady.”

Fonte locale

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.