Glass of red wine in the cellar

Vino siciliano per la prima volta a La Place de Bordeaux

Reading Time: 1 minute read

Un vino delle pendici dell’Etna in Sicilia diventerà il primo vino dell’isola a vendere tramite la rete di distributori di Bordeaux.

Il vino proviene da Giovanni Rosso, un produttore piemontese con vigneti in Sicilia, ed è l’Etna Rosso 2018, prodotto principalmente da Nerello Mascalese, che venderà attraverso lo storico sistema di distribuzione bordolese – noto come La Place .

L’Etna Rosso sarà disponibile attraverso cinque enoteche di Bordeaux, con Joanne, DIVA, Barriere Freres, Louis Vialard e LD Vins, responsabili di questa uscita esclusiva.

Questa manciata di distributori avrà accesso a circa 18.500 bottiglie di vino rosso siciliano al prezzo al dettaglio di € 35,00 ciascuna.

Il vino stesso, l’Etna Rosso 2018, è ottenuto da Nerello Mascalese e piccole quantità di vitigni autoctoni locali della stessa DOC.

La proprietà Giovanni Rosso è stata acquisita nel maggio 2016 e risiede all’interno di Castiglione di Sicilia, che dista pochi chilometri dal venerato Passopisciaro, ai piedi del Montedolce, cratere spento a 850 metri sul livello del mare, al confine con il vulcano Etna.

Come riportato in precedenza, un’area di attività in crescita per le enoteche di Bordeaux è la distribuzione del vino al di fuori della famosa regione in cui hanno sede.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.