L’Interpol saudita mette in guardia dal trattare con truffatori di trading

Reading Time: 1 minute read

L’International Criminal Police Organization (INTERPOL) ha avvertito con un comunicato che, alcune società di shell senza licenza, stanno promuovendo digitalmente piattaforme di investimento e trading.

L’Interpol saudita ha osservato che i criminali utilizzano brevi messaggi di testo o telefonano per convincere le loro vittime a creare account.

Questi siti Web consentono alle vittime di aprire conti ed effettuare depositi tramite carte di pagamento o trasferimenti elettronici.

Una volta creato l’account, i truffatori li contattano telefonicamente o via mail e fingono di essere agenti ufficiali.

Di solito, la vittima riceve un’email che lo informa che ha realizzato profitti rapidi, il che non è vero.

Secondo la dichiarazione dell’Interpol saudita, gli ingannatori contattano continuamente le loro vittime per attirarle con promesse di profitti extra e per spingerle a investire di più.

Quando i ‘truffati’ si rendono conto che non hanno più accesso ai loro soldi, i truffatori scompaiono e il contatto con loro diventa impossibile.

Fonte
International Criminal Police Organization

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.