Pakistan, Mango: nuovo metodo coltivazione promette moltiplicare produzione a livello mondiale

Reading Time: 1 minute read

Il Pakistan è il sesto produttore mondiale di mango, con un volume di produzione annuale di circa 1,7 milioni di tonnellate. Mentre la maggior parte del raccolto proviene dal Punjab, la provincia del Sindh ha la seconda resa maggiore ed è nota per la varietà di mango Sindhri, famosa per la sua dolcezza simile al miele e per la buccia gialla profonda e sottile. Ma gli agricoltori lanciano sempre più l’allarme sul calo della resa dei raccolti.

Il Sindh ha coltivato manghi su 59.215 ettari di terreno e ha prodotto 381.269 tonnellate nel 2010. I dati agricoli provinciali mostrano che questa resa si è ridotta a 329.300 tonnellate entro il 2019.

Rendendosi conto che una delle ragioni principali del declino erano pratiche agricole obsolete, un coltivatore, Mahmood Nawaz Shah da il distretto di Tando Allahyar, ha deciso di provare qualcosa di nuovo nelle sue Genuine Delight Farms.

Nel 2019 ha avviato un progetto pilota per coltivare nuovi frutteti sotto il piccolo albero (STS) su 1,6 ettari di terreno utilizzando una tecnica di potatura che mantiene l’altezza delle piante di mango a quasi nove piedi, facilitando la loro gestione e aiutando ad accogliere più alberi in un’area più piccola.

Secondo le stime del consiglio di amministrazione del Sindh Abadgar, l’STS utilizza solo 1.618 ettari della superficie totale di coltivazione del mango del Pakistan su un totale di 167.000 ettari. In Sindh, solo 10 coltivatori hanno finora adottato il metodo.

Gli agricoltori, tuttavia, affermano di essere disposti ad adottare nuove tecniche ma non possono farlo senza il sostegno del governo poiché la maggior parte sono coltivatori su piccola scala.

Hidayatullah Chajjro, direttore generale di Agriculture Extension, ha affermato che l’amministrazione provinciale ha già organizzato diverse sessioni di formazione per sensibilizzare i coltivatori di mango sulle nuove tecniche di coltivazione, ma ha convenuto che è necessario dare sussidi agli agricoltori che desiderano importare gadget e macchinari essenziali.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.