Gigayacht a vela Bonkers

Reading Time: 1 minute read

Steve Kozloff, designer, ha svelato un nuovo concetto di gigayacht che si ispira ai velieri a più ponti di un tempo, ma è dotato di sufficienti servizi moderni per competere con un parco di divertimenti.

I galeoni, che furono usati per la prima volta come navi da guerra dalle potenze europee nel XV secolo, erano tipicamente caratterizzati da tre o più ponti e alberi per una presenza davvero innegabile.

L’epico 525 piedi di Kozloff, giustamente intitolato Galleon, va ancora oltre con otto ponti strabilianti e quattro alberi torreggianti. Questo dà alla nave abbastanza spazio e potenza per competere con un transatlantico.

Galleon è anche molto più forte dei suoi predecessori in legno di Age of Sail. La nave presenta uno scafo in acciaio di classe ghiaccio e una sovrastruttura in alluminio che gli conferiscono vere capacità di andare ovunque. È anche più versatile, con la capacità di essere una lussuosa nave da crociera per un massimo di 200 ospiti, una nave residenziale privata con 20 condomini di fascia alta o un gigayacht personale per uno.

Il ponte superiore a poppa presenta un’area relax, un bar completo e una piscina di grandi dimensioni. Un livello più in basso, il ponte di coperta offre un’altra piscina coperta. Secondo Kozloff, entrambe le piscine sarebbero dotate di copertine rigide automatizzate che le trasformano in gazebo quando non vengono utilizzate. I ponti superiori di prua sfoggiano anche due piscine fluviali collegate da uno scivolo acquatico.

Galleon è dotato di quattro garage a tutto baglio che possono ospitare sei motoscafi, quattro sottomarini U-Boat Worx NEMO, sei tender e 21 moto d’acqua solo per una buona misura. Naturalmente, c’è spazio anche per i giocattoli e i veicoli fuoristrada necessari. Il galeone è inoltre dotato di due gru a poppa per il trasporto di navi e veicoli senza soluzione di continuità.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.