Ethereum potrebbe eclissare Bitcoin

Reading Time: 1 minute read

La rete Ethereum è stata lanciata nel 2015 ed è simile a Bitcoin in diversi modi. Entrambi operano su una rete blockchain decentralizzata, il che significa che entrambe le criptovalute non sono emesse da un’autorità centrale come i contanti fisici, ed entrambi i suoi token possono essere scambiati sui mercati pubblici.

Tuttavia, la differenza fondamentale tra Ethereum e Bitcoin è il modo in cui viene utilizzata la loro tecnologia blockchain. La rete Bitcoin è stata creata come alternativa alle valute del mondo reale emesse da paesi e banche centrali, mentre Ethereum è progettato per aumentare l’accessibilità alla tecnologia blockchain come base per app e altri scopi.

I potenziali usi di Ethereum in questo modo lo rendono molto più versatile della rete Bitcoin, consentendo a una pletora di diverse app decentralizzate (dapps) di esistere sulla piattaforma pur mantenendo gli aspetti chiave della tecnologia blockchain.

Le Dapp costruite sulla rete Ethereum includono Brave, un browser web e mobile, il marketplace di token non fungibili (NFT) Rarible e la piattaforma di streaming musicale Audius tra centinaia di altri.

Fonti nel testo

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.