Il Covid-19 non spaventa settore moda lusso in borsa

Reading Time: 1 minute read

Il Covid non spaventa lo sportswear, settore che ha stabilito nuovi record in borsa. Il segmento del lusso sembra aver superato la grande paura di marzo 2020, anche se i recenti dati della Pandemia e dei primi blocchi in Europa hanno innescato nuovi timori.

In ogni caso, per molte aziende, i problemi avuti a marzo scorso sono davvero lontani, quando il terrore aveva fatto precipitare i mercati.

Nel frattempo, spiccano i titoli di abbigliamento sportivo, per la combinazione di fattori favorevoli, come l’abbigliamento più facile indotto dalla pandemia (smarworking) e, soprattutto, la grande accelerazione digitale.

In particolare, ad ottobre sia Puma (14 ottobre) che Nike (9 ottobre) hanno registrato un massimo storico in Borsa, mentre Adidas ha viaggiato vicino ai valori pre-Covid. Altro exploit quello di Lululemon, il cui record è stato stabilito il 2 settembre.

Settembre 2020 è stato anche il mese del rimbalzo dei titoli di lusso. In particolare, il 16 del mese ha segnato un ritorno vicino ai massimi storici sia per Kering che per LVMH, che successivamente sono rimasti su quei livelli fino aal 16 Ottobre 2020.

Mentre Hermès ha poi ripreso a risalire in seguito, segnando un picco il 13 ottobre. Complessivamente si può affermare che la moda e il lusso in borsa hanno, ad oggi, trovato un certo riequilibrio.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

PMComunicazione è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.