Settore occhialeria italiana in default nel 2020

Reading Time: 1 minute read

Il settore dell’occhialeria italiano, come altre industrie fortemente dipendenti dall’export, essendo primo esportatore europeo e secondo mondiale di montature da vista e occhiali da sole, dovrebbe vedere le esportazioni diminuire del 25 per cento nel 2020.

Ciò dovrebbe riflettersi in una contrazione dei suoi ricavi compresa tra il 15 e il 20 percento.

Le esportazioni erano diminuite del 31,6% a 1,77 miliardi di euro, ad Agosto 2020, in gran parte influenzate dal primo blocco imposto all’inizio della primavera, in tutti i paesi internazionali, con un minimo record registrato ad aprile quando le esportazioni sono diminuite del 70,7%.

L’internazionalizzazione è fondamentale per il settore dell’occhialeria , poiché le esportazioni rappresentano il 75% delle vendite.

L’associazione Anfao chiede che il governo faciliti l’accesso a tariffe scontate, per i suoi associati che partecipano a fiere internazionali e, che i rimborsi, siano forniti quando tali eventi vengono cancellati.

Anfao chiede al governo di offrire un bonus di 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto, mentre guarda anche al 2021 quando la speranza è che l’Italia offra una detrazione fiscale più elevata su tali acquisti, dal 19% al 50 percento.

Il mercato interno non ha reagito bene alla pandemia con la spesa locale prevista in calo del 10-15 per cento, entro la fine del 2020.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.