PMC

Era Digitale, Misurare il consumo di notizie

Reading Time: 1 minute read

Nel XX secolo, quando la ricerca sui media ha preso piede, questo compito era più semplice. C’erano solo pochi modi diversi per ottenere notizie, e tutti erano chiaramente distinti: pubblicazioni stampate, radio o televisione.

Negli ultimi decenni, oltre a una miriade di nuove forme di notizie (dai canali di notizie 24 ore su 24 ai siti Web di notizie), molti organi di informazione non si limitano più a produrre contenuti su una sola piattaforma.

I consumatori di notizie navigano in un ambiente di informazioni che include aggregatori di notizie e feed di social media, la confusione abbonda riguardo alla fonte originale di segnalazione.

Nell’aprile 2020 sono stati quindi condotti esperimenti su due sondaggi separati, con circa 1.000 intervistati per sondaggio suddivisi casualmente in due diverse forme.

I livelli di istruzione (e reddito) più elevati sono associati a una maggiore conoscenza delle nuove piattaforme digitali.

Quelli con un diploma di laurea o superiore hanno maggiori probabilità di quelli con livelli di istruzione inferiori di dire di sapere molto su ciascuna di queste nuove piattaforme digitali.

Gli aggregatori di notizie – siti Web, app e altri servizi che raccolgono notizie da una varietà di diverse fonti originali – sono un’altra forma di consumo di notizie unica degli spazi online.

Il sondaggio ha chiesto agli intervistati con quale frequenza utilizzano quattro degli aggregatori di notizie più utilizzati.

Alcuni aggregatori di notizie sembrano svolgere un ruolo più importante nel consumo di notizie digitali rispetto ad altri.

Analizzare le relazioni tra il modo in cui le persone utilizzano i media analogici (ad esempio, TV, radio o pubblicazioni cartacee) e digitali insieme può fornire informazioni sui modi migliori per misurare il consumo di notizie in generale.

Federico Mattaliano

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.