La Cina ordina agli Stati Uniti di chiudere il consolato di Chengdu

Reading Time: 1 minute read

La Cina ha detto agli Stati Uniti di chiudere il proprio consolato nella città occidentale di Chengdu negli ultimi sviluppi in un conflitto diplomatico sempre più teso. Viene dopo che gli Stati Uniti hanno ordinato la chiusura del consolato cinese a Houston, spingendo il ministero degli Esteri cinese a fare appello a Washington per invertire la sua decisione “errata”.

Gli Stati Uniti hanno un’ambasciata a Pechino e consolati in altre cinque città continentali – Shanghai, Guangzhou, Chengdu, Shenyang e Wuhan, mentre ha anche un consolato a Hong Kong.

L’ordine di chiusura arriva quando il Dipartimento di Giustizia americano ha annunciato accuse contro uno scienziato cinese che sostiene di essere ospitato dal consolato cinese a San Francisco.

Il ricercatore e altri tre sono accusati di mentire su domande di lavoro negli Stati Uniti sul loro status di membri dell’Esercito popolare di liberazione (PLA), che fa parte dell’esercito cinese.

L’accusa arriva tra le crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina, in particolare legate al furto della proprietà intellettuale – anche da parte di ricercatori cinesi con connessioni militari e governative – a beneficio di Pechino.

Gli Stati Uniti hanno anche accusato due hacker cinesi di aver preso di mira aziende che lavorano sui vaccini per il coronavirus.

I funzionari dell’amministrazione Trump hanno intensificato le loro condanne pubbliche nei confronti della Cina nelle ultime settimane, con discorsi del direttore dell’FBI Chris Wray, del procuratore generale William Barr e del segretario di Stato Mike Pompeo.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.