Myanmar, Giornalista americano arrestato mentre cercava di imbarcarsi su un volo fuori dal Paese

Reading Time: 1 minute read

Un giornalista americano che lavora in Myanmar è stato arrestato dalle autorità locali, secondo il suo datore di lavoro e la sua famiglia.

Frontier Myanmar, una rivista di notizie e affari con sede a Yangon che pubblica su carta e online sia in inglese che in birmano, ha dichiarato che il suo caporedattore, Danny Fenster, è stato arrestato all’aeroporto internazionale di Yangon nella città più grande del Myanmar mentre si stava preparando, a bordo di un volo per Kuala Lumpur, Malesia. Da allora è stato trasferito nella prigione di Insein a Yangon, che ha ospitato migliaia di prigionieri politici.

Fenster, un 37enne nativo di Detroit, stava progettando di visitare la sua famiglia negli Stati Uniti, secondo i parenti.

Un certo numero di giornalisti – locali e stranieri – sono stati arrestati in Myanmar da quando l’esercito ha preso il potere in un apparente colpo di stato il 1 febbraio, estromettendo il governo a guida civile e invertendo un decennio della lenta strada del paese verso la democratizzazione.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.