Cina impone tempo limite per giocare on line ai minori di 18 anni

Reading Time: 1 minute read

La Cina ha imposto un limite di tempo da trascorrere nel giocare on line per i minori al di sotto dei 18 anni, tra le 22:00 e le 08:00 e solo per novanta minuti alla volta durante il giorno.

Inoltre, le linee guida ridurranno la quantità di denaro che i minori possono spendere giocando online a 200 RMB ($ 28) al mese, aumentando a 400 RMB per quelli tra i 16 e i 18 anni.

Le nuove regole richiederanno inoltre a tutti i giocatori di utilizzare una registrazione con nome reale e dettagli quali un account WeChat, un numero di telefono o un numero ID per registrarsi.

Il governo chiede anche ai produttori di giochi di “modificare il contenuto, le funzioni o le regole del gioco” per evitare di provocare dipendenza nei giovani giocatori.

La Cina è il più grande mercato di videogiochi al mondo, ma il governo si è rafforzato nel settore tra preoccupazioni per la salute, peggioramento della miopia nei bambini e dipendenza online.

Fonte governativa locale

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.