Concilio di Cooperazione del Golfo

Reading Time: 1 minute read

Il Consiglio di cooperazione per gli Stati arabi del Golfo (in arabo : مجلس التعاون لدول الخليج العربية ), originariamente (e ancora colloquialmente) noto come Gulf Cooperation Council ( GCC , مجلس التعاون الخليجي ), è un sindacato politico ed economico regionale intergovernativo di tutti gli stati arabi del Golfo Persico tranne l’ Iraq , vale a dire: Bahrein , Kuwait , Oman , Qatar , Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti .

La Carta del CCG è stata firmata il 25 maggio 1981, istituendo formalmente l’istituzione.

Tutti gli attuali stati membri sono monarchie , tra cui tre monarchie costituzionali (Qatar, Kuwait e Bahrain), due monarchie assolute (Arabia Saudita e Oman) e una monarchia federale (Emirati Arabi Uniti, che è composta da sette stati membri, ognuno dei quali è una monarchia assoluta con il proprio emiro ). Ci sono state discussioni sulla futura adesione di Giordania, Marocco e Yemen.

Una proposta del 2011 di trasformare il CCG in una “Unione del Golfo” con un più stretto coordinamento economico, politico e militare è stata avanzata dall’Arabia Saudita, una mossa intesa a controbilanciare l’ influenza iraniana nella regione.

Sono state sollevate obiezioni contro la proposta di altri paesi.

Nel 2014, il primo ministro del Bahrein Khalifa bin Salman Al Khalifa ha affermato che gli eventi attuali nella regione hanno messo in evidenza l’importanza della proposta.

La Peninsula Shield Force è il braccio militare del GCC formato nel 1984.

Al fine di ridurre la loro futura dipendenza dal petrolio, gli stati del CCG stanno perseguendo una riforma strutturale economica senza precedenti.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.