Luna, grandi quantità di Elio-3 dal vento solare

Reading Time: 2 minutes read

L’idea di raccogliere una forma di energia pulita ed efficiente dalla Luna ha stimolato la fantascienza e la realtà negli ultimi decenni. A differenza della Terra, che è protetta dal suo campo magnetico, la Luna è stata bombardata da grandi quantità di Elio-3 dal vento solare. Si pensa che questo isotopo possa fornire energia nucleare più sicura in un reattore a fusione, poiché non è radioattivo e non produrrebbe rifiuti pericolosi.

Il geologo del programma Apollo, Harrison Schmidt, ha ripetutamente sostenuto l’argomento per l’estrazione di elio-3, mentre Gerald Kulcinski dell’Università del Wisconsin-Madison è un altro importante sostenitore. Ha creato un piccolo reattore presso il Fusion Technology Institute, ma finora non è stato possibile creare la reazione di fusione dell’elio con una potenza netta in uscita.

Tuttavia, ciò non ha impedito alla ricerca di Helium-3 di essere un fattore motivante nell’esplorazione spaziale. Oltre alle tradizionali nazioni spaziali, l’India ha già indicato il suo interesse per l’estrazione della superficie lunare. L’uso delle risorse di Moon era anche parte della candidatura infruttuosa di Newt Gingrich alla nomina del partito repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti nel 2012.

Anche l’impresa privata è interessata all’utilizzo del carburante dalla Luna, anche se possibilmente estraendo acqua anziché elio-3. La società Shackleton Energy prevede di fornire propellente per le missioni in tutto il Sistema Solare utilizzando l’acqua lunare.

Alcuni team in lizza per il Google Lunar X-Prize vedono anche l’estrazione mineraria come l’obiettivo finale dei loro lander. L’ESA ha anche considerato l’utilizzo della Luna per aiutare le missioni più lontane nel Sistema Solare.

Sono state avanzate anche argomentazioni per estrarre l’elio-3 da Giove, dove è molto più abbondante: sarebbe necessario tenere conto delle distanze coinvolte. Estrarre la molecola da Giove sarebbe anche un processo meno affamato di energia.

Non tutti sono d’accordo sul fatto che Helium 3 produrrà una soluzione di fusione sicura. In un articolo intitolato “Fears over Factoids” nel 2007, il fisico teorico Frank Close ha notoriamente descritto il concetto come “chiaro di luna”. Ad ogni modo, sembra che dovremo essere pazienti per trovare le risposte.

Fonte : ESA

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

PMComunicazione è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.