Nuovo satellite per monitorare i livelli del mare

Reading Time: 1 minute read

Un satellite statunitense-europeo progettato per estendere una misurazione decennale delle altezze globali della superficie del mare è stato lanciato in orbita terrestre dalla California sabato.

Un razzo SpaceX Falcon 9 che trasportava il satellite è decollato dalla base dell’aeronautica militare di Vandenberg alle 9:17 e ha inarcato a sud sull’Oceano Pacifico.

Il primo stadio del Falcon è tornato al sito di lancio ed è atterrato per essere riutilizzato.

Il satellite Sentinel-6 Michael Freilich è stato rilasciato dal secondo stadio circa un’ora dopo. Quindi ha distribuito i suoi pannelli solari e ha stabilito il primo contatto con i controller.

Lo strumento principale del satellite è un altimetro radar estremamente preciso che farà rimbalzare l’energia dalla superficie del mare mentre attraversa gli oceani terrestri.

Le misurazioni del livello del mare dallo spazio sono state ininterrotte dal lancio nel 1992 del satellite USA-Francia TOPEX-Poseidon, seguito da una serie di satelliti.

Le altezze della superficie del mare sono influenzate dal riscaldamento e dal raffreddamento dell’acqua, consentendo agli scienziati di utilizzare i dati dell’altimetro per rilevare condizioni meteorologiche come il caldo El Nino e il fresco La Nina.

Le misurazioni sono anche cruciali per comprendere l’innalzamento generale del livello del mare dovuto al riscaldamento globale.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.