Speculazione valutaria, Taiwan punisce Deutsche Bank

Reading Time: 1 minute read

La banca centrale di Taiwan ha dichiarato domenica di aver vietato a Deutsche Bank di negoziare contratti a termine consegnabili in dollari di Taiwan e sospesa per due anni dal commercio di derivati ​​forex come parte di un giro di vite sulla speculazione.

Il dollaro di Taiwan ha toccato il massimo da più di 23 anni rispetto al dollaro USA mentre l’economia dell’isola dipendente dal commercio esplode sulla domanda globale per i suoi prodotti tecnologici poiché le persone lavorano da casa.

Fonti hanno detto a Reuters venerdì che la banca centrale aveva inviato lettere che delineavano le punizioni a Deutsche Bank, CitigroupInc, ING e Australia e New Zealand Banking Group Ltd (ANZ) per il loro coinvolgimento.

A parte la punizione per la filiale di Taipei della Deutsche Bank, la banca centrale ha affermato in una dichiarazione che gli uffici di ING e ANZ a Taipei non sarebbero stati autorizzati a scambiare in dollari di Taiwan deliverable e non-deliverable per nove mesi.

L’ufficio di Citi a Taipei sarebbe sospeso dal commercio di forward deliverable in dollari di Taiwan per due mesi, ha aggiunto.

Citi ha rifiutato di commentare. I rappresentanti delle altre tre banche non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Le pene entreranno in vigore lunedì, ha aggiunto la banca centrale.

La punizione contro Deutsche significa che non sarebbe stata in grado di scambiare opzioni o swap sul forex.

La banca centrale ha annunciato la sua indagine sul caso il mese scorso, che a suo dire coinvolgeva otto società di commercio di cereali.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.