140928-N-GT589-210 ..PACIFIC OCEAN (Sept. 28, 2014) Maritime special operations forces prepare for a mission during a training exercise aboard the Nimitz-class aircraft carrier USS George Washington (CVN 73). SEALs and Marine Corps special operations forces from Special Operations Command Pacific conducted maritime interoperability training aboard Nimitz-class aircraft carrier USS George Washington. George Washington and its embarked air wing, Carrier Air Wing (CVW) 5, provide a combat-ready force that protects and defends the collective maritime interests of the U.S. and its allies and partners in the Indo-Asia-Pacific region. (U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist Seaman Everett Allen/Released)

USA SEAL Team, Azione militare in televisione

Reading Time: 3 minutes read

I team SEAL ( Sea, Air, and Land ) della Marina degli Stati Uniti , comunemente noti come Navy SEALs , sono la principale forza per le operazioni speciali della Marina degli Stati Uniti e un componente del Naval Special Warfare Command .

Tra le principali funzioni dei SEAL vi sono la conduzione di missioni operative speciali di piccole unità in ambienti marittimi, nella giungla, urbani, artici, montuosi e desertici.

Ai SEAL viene generalmente ordinato di catturare o eliminare bersagli di alto livello o di raccogliere informazioni dietro le linee nemiche.

Tutti i SEAL attivi sono maschi e membri della US Navy. Lo Special Operations Group (SOG) altamente riservato ed elitario della CIA recluta operatori dai SEAL Teams, con operazioni congiunte che risalgono al MACV-SOG durante la guerra del Vietnam . Questa cooperazione esiste ancora oggi, come evidenziato dalle operazioni militari in Iraq e Afghanistan.

I SEAL Team originali nella guerra del Vietnam erano separati tra i SEAL della West Coast (Team One) e della East Coast (Team Two).

Allo stesso modo, le attuali squadre SEAL sono organizzate in due gruppi: Naval Special Warfare Group One (West Coast) e Naval Special Warfare Group Two (East Coast), entrambi sotto il comando del Naval Special Warfare Command a NAB Coronado , California.

Nel 2006, ci sono otto Navy SEAL Teams confermati. Le attuali implementazioni del team SEAL includono i team 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8 e 10.

I team in servizio attivo più recenti sono SEAL Team 7 e SEAL Team 10, formati rispettivamente a marzo e aprile 2002 . Tuttavia, due riservisti nelle squadre di supporto sono state riorganizzate in squadre SEAL nel 2008.

Le squadre si schierano come squadroni navali di guerra speciale o task force per le operazioni speciali e possono schierarsi ovunque nel mondo. Gli squadroni saranno normalmente schierati e rientreranno in una Joint Task Force (JTF) o in una Combined Joint Special Operations Task Force (CJSOTF) come Special Operations Task Force (SOTF).

Ogni squadra SEAL (o “squadrone”) è comandata da un comandante della Marina (O-5), e ha otto plotoni SEAL operativi e un elemento quartier generale.

Operativamente, il “Team” è diviso in 2-4 “unità operative” (o “truppe”) da 40 uomini. Ogni unità operativa è costituita da un elemento quartier generale costituito da un comandante dell’unità operativa, tipicamente un tenente comandante (O-4), un’unità operativa senior arruolato (E-8), un ufficiale di mira / operazioni (O-2/3) e un targeting / capo operazioni / capo sottufficiale (E-6/7).

Sotto l’elemento HQ ci sono da due a quattro plotoni SEAL di 16 uomini (due ufficiali e 14 SEAL arruolati, e talvolta personale di supporto non-NSW assegnato); un supporto per servizi al combattimento (CSS) e / o supporto al combattimento (CS) a misura di azienda composto da personaleCodici N (l’Esercito e il Corpo dei Marines usano codici S); N1 Supporto amministrativo, N2 Intelligence, N3 Operations, N4 Logistics, N5 Plan and Targeting, N6 Communications, N7 Training e N8 Air / Medical.

Ogni plotone di 16 uomini può essere organizzato per scopi operativi in ​​due squadre di otto uomini, quattro squadre di fuoco di quattro uomini o otto squadre di cecchini / ricognizione da due uomini.

La dimensione di ogni “Squadra” o “squadrone” SEAL, con da due a quattro unità operative (contenenti un totale di otto plotoni) e personale di supporto, è di circa 300 membri del personale. Il tipico plotone SEAL ha un OIC (ufficiale in carica), di solito un tenente (O-3), un capo di plotone (E-7 / E-8) e due squadre comandate da un LTJG (O-2) e una squadra leader (E-6).

I restanti membri della squadra sono operatori (da E-4 a E-6) con le loro abilità specialistiche in ordinanza, comunicazioni, immersioni e medicina. La leadership principale della truppa e del plotone sono il comandante / OIC e il sottufficiale arruolato senior (capo / capo senior).

Le abilità principali del plotone consistono in: Cecchino, Comunicatore, Marittimo / Ingegneria, Supporto aereo ravvicinato, Corpsman, Point-man / Navigatore, Conducente principale / Navigatore (sicurezza rurale / urbana / protettiva), Operatore di armi pesanti, Sfruttamento sensibile del sito, Aria Capo delle operazioni, arrampicatore capo, sommozzatore / navigatore capo, interrogatore, eliminazione di ordigni esplosivi, sorveglianza tecnica e operazioni speciali avanzate.

Naval Amphibious Base Little Creek , una base navale a Virginia Beach, Virginia , ospita le squadre SEAL 2, 4, DEVGRU, 8, 10 e 18. Naval Amphibious Base Coronado , una base navale a Coronado, California , ospita SEAL Squadre 1, 3, 5, 7 e 17. Ci sono anche due unità SEAL Delivery Vehicle (SDV), SDVT-1 e SDVT-2, situate rispettivamente a Pearl Harbor, Hawaii e Little Creek, Virginia . Le squadre SDV sono squadre SEAL con una capacità di consegna subacquea aggiuntiva. Un plotone SDV è composto da 12-15 SEAL.

Fonte

Foto per gentile concessione dell’autore.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.