La nuova revisione della ricerca esplora i potenziali benefici antivirali della curcumina

Reading Time: 1 minute read

Una nuova recensione 1 , scritta dal fondatore di Sabinsa (East Windsor, NJ), Muhammed Majeed, PhD, esplora i potenziali effetti della curcumina sull’infezione COVID-19. Sulla base dei dati esistenti provenienti da studi in silico e su animali sulla curcumina e sull’infezione virale, la revisione serve come base per lo studio futuro della curcumina come possibile trattamento.

La revisione cita studi che indicano la capacità della curcumina di inibire potenzialmente l’ingresso del virus nella cellula, inibire l’incapsulamento del virus e la proteasi virale, nonché modulare varie vie di segnalazione cellulare.

La revisione cita anche studi in cui la curcumina è risultata efficace nell’infiammazione polmonare, nella fibrosi e nell’edema, nonché le azioni di recupero della curcumina sul danno cardiaco e renale causato da infezioni virali.

Nonostante i potenziali benefici e il profilo di sicurezza, la revisione riconosce che la scarsa biodisponibilità della curcumina può rappresentare una sfida.

.*.

Riferimenti:
1. Zahedipour F et al. “Potenziali effetti della curcumina nel trattamento dell’infezione da COVID-19”. Ricerca sulla fitoterapia, pubblicata online prima della stampa il 17 maggio 2020

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.