Gli orientamenti dell’UE in materia di donazioni alimentari

Reading Time: 1 minute read

Nell’ambito del piano d’azione per l’economia circolare, la Commissione ha adottato gli orientamenti dell’UE in materia di donazioni alimentari al fine di facilitare il recupero e la ridistribuzione di alimenti sicuri e commestibili per i bisognosi. Sviluppato in consultazione con la piattaforma UE sulle perdite e gli sprechi alimentari , gli orientamenti dell’UE in materia di donazioni alimentari mirano a:

agevolare la conformità dei fornitori e dei destinatari di alimenti in eccedenza ai requisiti pertinenti stabiliti nel quadro normativo dell’UE ( ad esempio sicurezza alimentare, igiene degli alimenti, tracciabilità, responsabilità, IVA, ecc. );

promuovere l’interpretazione comune da parte delle autorità di regolamentazione degli Stati membri dell’UE delle norme dell’UE applicabili alla ridistribuzione delle eccedenze alimentari.

La Commissione ha avviato un progetto pilota per il periodo 2018-2020 per valutare ulteriormente le pratiche di donazione di alimenti negli Stati membri e promuovere la diffusione e l’adozione degli orientamenti dell’UE in materia di donazione di alimenti.

Nel contesto del progetto pilota, è stato preparato un documento per illustrare come gli Stati membri attuano le norme dell’UE per facilitare la donazione di alimenti nella pratica.

Il documento segue la struttura delle linee guida dell’UE sulla donazione di alimenti, al fine di facilitare la condivisione delle informazioni in base a settori specifici della legislazione (ad es. Igiene degli alimenti, informazioni sugli alimenti per i consumatori ecc.).

Si rivolge alle aree in cui prevale la legislazione dell’UE (ad esempio in materia di igiene alimentare, etichettatura, IVA ecc.), nonché a quelle disciplinate da norme nazionali (ad esempio responsabilità, altre imposte).

Il documento è stato preparato sulla base dei contributi ricevuti dai membri della piattaforma UE sulle perdite e gli sprechi alimentari e sarà aggiornato su base regolare.

Fonte europa.eu

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.