La nuova razza robotica

Reading Time: 1 minute read

Kate Darling offre una visione intelligente e sfumata delle nostre relazioni con i robot e della crescente presenza che avranno nelle nostre vite. Da una prospettiva sociale, legale ed etica, mostra che i nostri attuali modi di pensare non lasciano spazio alla tecnologia robotica che presto diventerà parte della nostra routine quotidiana. È probabile che i robot integrino, piuttosto che sostituire, le nostre capacità e relazioni.

Darling considera anche la nostra storia di incorporazione degli animali nel nostro lavoro, nei trasporti, nell’esercito e persino nelle famiglie, e mostra come abbiamo già una solida base su come affrontare e navigare nel nostro futuro con i robot.

La dottoressa Kate Darling lavora all’incrocio tra legge, etica e robotica; come ricercatore presso MIT Media Lab, autore e consulente per le politiche sulla proprietà intellettuale.

Il suo lavoro con il dottor Lawrence Lessig, l’Harvard Berkman Klein Center for Internet & Society e altre istituzioni esplora le difficili domande che i legislatori, gli ingegneri e il pubblico in generale dovranno affrontare man mano che le relazioni uomo-robot si evolvono nei prossimi decenni.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.