Instagram per bambini

Reading Time: 1 minute read

44 procuratori generali statunitensi hanno esortato Facebook ad abbandonare i suoi piani per lanciare una versione di Instagram per bambini di età inferiore ai 13 anni.

Gli avvocati hanno anche richiamato Facebook per non aver precedentemente protetto i bambini attraverso la sua piattaforma e aver, invece, utilizzato la raccolta dei dati per sfruttare ulteriormente i suoi utenti.

Le attuali politiche di Instagram vietano ai bambini di età inferiore ai 13 anni di utilizzare la sua piattaforma. Tuttavia, le politiche non vengono applicate immediatamente, il che significa che molti bambini al di sotto dell’età consigliata vengono segnalati come aventi account.

In un rapporto pubblicato da BuzzFeed a marzo, i dirigenti di Instagram sono citati come desiderosi di creare una versione di Instagram per i bambini come un modo per consentire alle figure dei genitori maggiore trasparenza e controllo sulle abitudini dei social media dei loro figli, anche se i piani su come sono ancora in fase di sviluppo iniziale .

Nel 2017, Facebook, in un altro tentativo di rilasciare prodotti destinati ai bambini, ha lanciato Messenger Kids, destinato a bambini di età compresa tra 6 e 12 anni. Nello stesso anno, Instagram è stato segnalato come un punto caldo per il cyberbullismo da parte di bambini e giovani adulti.

Facebook ha recentemente sponsorizzato un Digital Wellness Lab presso il Boston’s Children’s Hospital, la cui ricerca include lo studio degli effetti della tecnologia digitale sui bambini.

InfoWars

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.