Libano, carenza e crisi valutaria potrebbero portare a un crollo della rete idrica

Reading Time: 1 minute read

L’agenzia delle Nazioni Unite ha affermato che i costi di manutenzione sostenuti in dollari statunitensi, la carenza di fondi e il parallelo collasso della rete elettrica stanno rapidamente distruggendo il settore idrico.

I libanesi furiosi giurano nuove proteste per una mega esplosione mortale

Il crollo del Libano, iniziato con una crisi finanziaria causata dalla corruzione dello Stato e dalla cattiva gestione, si sta rapidamente diffondendo in ogni aspetto della vita quotidiana.

La sterlina libanese, che per anni è stata agganciata al dollaro USA, ha perso oltre il 90% del suo valore negli ultimi 18 mesi.

L’elettricità nella maggior parte dei luoghi è a malapena disponibile un’ora al giorno, mentre anche il carburante necessario per alimentare i generatori è scarso.

I farmaci di base mancano da mesi dagli scaffali delle farmacie e giovedì gli ospedali privati ​​hanno avvertito che erano “a ore di distanza” dall’interruzione dell’alimentazione.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.