Samsung ammette difetto accesso impronta digitale del Galaxy S10

Reading Time: 1 minute read

Samsung Electronics ha riconosciuto un grosso difetto con il suo sistema di impronte digitali che consente ad altre persone di aprire i suoi smartphone di fascia alta, avvisando gli utenti di eliminare tutte le stampe registrate.

Samsung è il più grande degli imperi che dominano gli affari nell’undicesima economia mondiale, ma ha avuto battute d’arresto umilianti con i principali prodotti, in particolare un richiamo mondiale dei suoi dispositivi Galaxy Note 7 nel 2016 a causa di batterie esplosive, che ha martellato la sua reputazione.

All’inizio di quest’anno ha dovuto ritardare il lancio del suo primo smartphone pieghevole, il Galaxy Fold, dopo che gli utenti pre-release hanno riscontrato schermi difettosi.

L’ultimo problema di Samsung è emerso dopo quando un utente nel Regno Unito ha detto al giornale Sun che, il suo smartphone Galaxy S10, aveva un bug sulla protezione dell’impronta digitale.

Il difetto significava che chiunque fosse riuscito a impossessarsi del suo telefono poteva trasferire fondi usando le sue app finanziarie, ha detto l’utente al giornale britannico.

Samsung ha affermato che il problema riguardava “i sensori di impronte digitali che sbloccano i dispositivi dopo aver riconosciuto i modelli tridimensionali che compaiono su alcuni schermi protettivi in ​​silicone come impronte digitali degli utenti”.

L’azienda ha consigliato agli utenti di Galaxy Note10, 10+ e Galaxy S10, S10 + e S10 5G di “eliminare tutte le impronte digitali precedenti” e registrare nuovamente i propri dati.

Attualmente è preferibile non utilizzare le impronte digitali per accedere ai servizi di mobile banking, ma usare sistemi come password e blocchi di pattern, almeno sin quando le impronte digitali nei Samsung non sarà risolto.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.