La Danimarca abbatterà milioni di visoni

Reading Time: 2 minutes read

Il governo danese ha annunciato l’intenzione di abbattere tutti i visoni negli allevamenti di visoni del paese per ridurre il rischio di diffusione del coronavirus agli esseri umani.

La Danimarca è tra i paesi leader nell’allevamento di visoni. I suoi visoni sono usati per produrre pellicce , che vengono fornite ad altre parti del mondo. È stato scoperto che questi animali sono motivo di preoccupazione per la trasmissione del virus.

Secondo il ministro della Salute Magnus Heunicke, circa la metà dei 783 esseri umani infettati dal coronavirus nel nord della Danimarca ha legami con gli allevamenti di visoni.

Il primo ministro Mette Frederiksen ha affermato che i visoni stanno trasmettendo una nuova forma di coronavirus agli esseri umani, una situazione che potrebbe sfuggire al controllo.

Secondo Frederiksen, un’agenzia di mappatura del coronavirus ha rilevato un virus mutato in diversi pazienti. A dodici persone nella parte settentrionale del paese è stata diagnosticata una forma mutante del coronavirus, che si ritiene sia stata contratta dai visoni.

Leggiamo cosa scrive compressamente blog :”Nella descrizione delle infezioni virali, ai virus vengono attribuiti comportamenti quali “iniettarsi”, “incubare”, “essere in latenza”, “invadere”, avere uno “stadio attivo”, “impadronirsi”, “riattivarsi”, “mascherarsi”, “infettare”, “assediare” ed essere “devastanti” e “mortali”.

La teoria medica convenzionale sostiene che i virus nascono da cellule morte che essi stessi hanno infettato. Il virus “si inietta” nella cellula e le “ordina” di riprodurlo, fino al momento in cui la cellula esplode per lo sforzo.

I virus sono a questo punto liberi di cercare altre cellule in cui ripetere il processo, infettando così l’intero organismo.

Tuttavia i virologi ammettono che i virus, pur avendo natura peculiarmente organica, non possiedono metabolismo, non possono essere replicati in laboratorio, non possiedono alcuna caratteristica degli esseri viventi e, in realtà, non sono mai stati osservati vivi!!

Anche se le autorità mediche attribuiscono erroneamente a questi inerti residui cellulari il carattere della vita e della malignità, i microbiologi riconoscono che i virus sono in realtà frammenti morti di DNA rivestiti di una membrana lipido-proteica, pur non riuscendo a comprendere la loro origine.

In realtà i genomi sono meccanismi di controllo, ma non microrganismi come l’establishment medico vorrebbe farci credere, e questi cosiddetti “virus” non sono altro che frammenti senza vita di generico materiale mitocondriale.

Per questo motivo i virus non possono provocare malattie, a meno che non si accumulino come impurità che inquinino le cellule, i tessuti e la circolazione nel corso del ricambio cellulare.

I virus sono quindi genomi morti, provenienti da cellule disintegrate, la cui membrana cellulare non è stata completamente frammentata dai lisosomi.

I genomi non presentano alcuna caratteristica di vita e sono semplici particelle di materiale acido nucleico, di norma riciclati attraverso la fagocitosi o espulsi come scorie.”

Qual’é quindi il vero motivo del governo della Danimarca, considerando che dovranno spendere circa 785 milioni di dollari per abbattere i 15 milioni di visoni nel paese?

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.